SENIGALLIA CALCIO - ANCONA 1-1

11.12.2010 17:30

Marcatore: Moretti

Formazione e pagella:
1-Profenna; 2-Silvestrini; 3-Angeletti; 4-Mengucci; 5-Benenchia; 6-Moretti; 7-Franceschini; 8-Sabbatini; 9-Venarucci; 10-Quattromini; 11-Fettah; 12-Frondella; 13-Marinelli M; 14-Castellani; 15-Rossetti;16-Cognini; 17-Manoni; 18-Fraboni + tutto il resto del gruppo presente a pranzo e alla partita.
Pagella: 10 a tutti i 33 componenti della squadra!!!!!

Commento:

Mi sono preso un giorno di tempo prima di mettere nero su bianco i pensieri che hanno attraversato la mia testa, sperando di farlo nella forma più obiettiva e lucida possibile. Il commento nudo e crudo del match è presto detto. Inizio gara equilibrato e un pò contratto da entrambe le parti, vista la posta in palio. L'Ancona si rende pericolosa con un paio d'incursioni sul loro out di destra con conseguenti cross che tagliano la nostra area in maniera preoccupante. Verso la metà del primo tempo cominciamo a prendere ritmo e continuità e creiamo un paio di situazioni pericolose. Ma è verso la fine del primo tempo che avviene l'episodio chiave: Sabbatini s'invola verso l'area avversaria dopo una splendida manovra in verticale, e viene atterrato in area da dietro....rigore ed espulsione! Il capitano (stoico) calcia forte ma il portiere ribatte, si avventa sul pallone Franceschini che ribatte a rete ma colpisce il palo interno e......esce! Da non crederci sembra il to be continued di mercoledì! Riparte la loro azione e dalla loro sinistra parte un cross che il loro attaccante chiude a rete sul primo palo.....! Rientriamo negli spogliatoi con la convinzione di avere un sortilegio sulle spalle....e che forse non è il nostro momento fortunato! Sta di fatto che i secondi 40' vengono giocati con tutto ciò che si ha dentro, e al 25' della ripresa Moretti realizza un gol straordianario con un gran tiro da 30m. Da quel momento in poi è un assalto a Fort Apache, magari poco ordinato e lucido ma non era il momento di badare alla forma ma alla sostanza e in tutti i modi si è provato a trovare il gol qualificazione ma l'urlo di gioia è rimasto strozzato in gola! Onore al merito all'avversario che non ha rubato nulla e che gioca un buon calcio, ha dimostrato lealtà e correttezza agonistica e un plauso al loro allenatore, il rammarico è che passa il Palombina che non ha nessuno dei requisiti evidenziati!
Morale: semplicemente non sempre va avanti chi ha dimostrato di saper giocare meglio. Però bisogna andare oltre al risultato sportivo. Rimane la consapevolezza di aver forgiato un gruppo già di base buona ma che ora è diventato granitico ove tutti si mettono a disposizione per un intento comune e solo un paio di elementi (previsti) hanno mollato. E il progetto iniziato il 16 di Agosto dove tutti lavorano nello stesso modo, andrà ancora avanti con più convinzione di prima, indipendentemente se si faranno i regionali o meno (visto che vincendo domenica si può sperare in un ripescaggio come terza) e se si faranno i provinciali tutti uniti per un campionato importante!!!!! Da un punto di vista personale sono orgoglioso di guidare questo gruppo e sono solo dispiaciuto per voi, ma è dalle difficoltà che s'impara e si cresce e quando si cade in piedi l'onore è sempre salvo. Noi non abbiamo perso, e queste delusioni servono a crescere e migliorare il nostro carattere nei momenti difficili che la vita purtroppo riseva, qui in fondo parliamo di sport e il calcio in particolare è fatto di episodi! Ora pensiamo a Domenica e comunque un grazie di cuore a tutti voi per le splendide emozioni che sto vivendo!
Antonio Rota & C