SENIGALLIA CALCIO - AURORA JESI 2-1

12.12.2010 17:30

Senigallia Calcio: Angeletti, Beltrami (75’ Paolini) , Piersantelli, Pettinelli, Vitali, Vecchi, Marchini (65’ Gregorini), Siena, Pioppi, Solazzi, Casavecchia. a disposizione Tonelli. All. Frulla.

Aurora: Montanari, Giovagnini, Gabrielloni, Mastricci, Piccioni, Argentati, Onuorah, Ricciotti, Trillini, Mastricci, Cruz. a disposizione Pucalev, Brucciaferri, Perticaroli, Paoloni, Fortunato. All. Matteucci.

Reti: 25’ Vecchi (S) al 35’ Trillini (A) e al 65’ Casavecchia.

Cronaca: Gara ben giocata dal Senigallia che come al solito non mette al sicuro il risultato sciupando più di una occasione e rischiando quindi il pareggio. Il Senigallia parte subito forte; infatti Pioppi su una perfetta verticalizzazione si trova solo davanti all’estremo ospite ma per troppa precipitazione spara alto. Al 15’ Casavecchia strappa con caparbietà la palla al suo diretto avversario va sul fondo e serve al centro per l’accorrente Vecchi che spara alto da buona posizione. Azione analoga al 25’ con Casavecchia da fondo campo che serve al centro l’accorrente Vecchi che questa volta insacca. La gara sembra saldamente in mano ai locali ma la solita disattenzione difensiva apre le porte al pareggio ospite siglato da Trillini lesto ad approfittare di una corta respinta della difesa. Prima del termine della prima frazione di gioco c’è da registrare un palo clamoroso colpito dagli ospiti su indecisione di Vitali e Angeletti, un rigore ai più apparso netto per atterramento dello sgusciante Marchini diretto in porta e una staffilata dai quaranta metri sganciata da Solazzi che si stampa sul palo a portiere battuto. Al rientro in campo i locali stringono d’assedio l’area ospite ed al 60’ Casavecchia, immarcabile stasera, non sfrutta un assist al bacio servito da Siena e da 5 metri a porta sguarnita riesce a calciare incredibilmente sul fondo. Lo stesso Casavecchia si fa perdonare 5 minuti dopo, superando due avversari e battendo con una staffilata l’estremo ospite. La squadra ospite si sbilancia per raggiungere il pareggio e il Senigallia riesce a fallire il match ball con Siena che stoppa e salta il diretto avversario, calcia a botta sicura ma l’estremo ospite riesce a smanacciare sul palo. Al 85’ per poco non ci scappa la beffa; infatti Onuorah in versione sciistica parte da centro campo, salta i giocatori locali come fossero paletti fino a trovarsi davanti alla porta ma da posizione ottimale non riesce ad insaccare.